Come curare la lingua bruciata

L’ustione della lingua è un infortunio abbastanza comune. La maggior parte di noi ha avuto, una volta o l’altra, la lingua bruciata  da una cioccolata calda, o dalla pizza, o dal caffè, o dal tè.

La superficie della lingua contiene migliaia di piccole escrescenze chiamate papille linguali. Ciascuna delle papille fungiformi (così chiamate per la loro forma a fungo), ha sei recettori del gusto. Quando si brucia la lingua prendendo cibi e bevande troppo calde, lo strato superiore delle cellule della lingua muore. Nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta di ustioni di primo grado.

È tuttavia possibile avere ustioni più gravi caratterizzate da bolle sulla superficie della lingua bruciata, specialmente quando sono coinvolti liquidi caldi. Tali casi gravi possono anche portare alla perdita temporanea del senso del gusto a causa di danni alle papille gustative. Tuttavia, il ricco apporto di sangue nella lingua accoppiato con il turnover cellulare veloce fa sì che le ustioni linguali guariscano abbastanza velocemente senza perdere il proprio senso del gusto.

Dolore, arrossamento e gonfiore sono i sintomi più evidenti delle bruciature della lingua ma una lingua gravemente bruciata può pure portare alla formazione di bolle e alla perdita del gusto, anche se soltanto temporaneamente. Per fortuna, non è così difficile lenire il dolore e curare un’ustione lingua a casa. Questo post illustra dei suggerimenti su come curare una lingua bruciata.

Non appena avete mangiato qualcosa di molto caldo, sputate e buttate la lingua fuori dalla bocca, iniziando a respirare per via orale. Quando si respira attraverso la bocca, l’aria fredda scorre sopra la superficie della lingua e fornisce sollievo dal dolore. Mantenete il flusso di una gran quantità di aria respirabile con la lingua fuori fino ad ottenere un sollievo tramite questo rimedio.

Un’altra buona prima risposta a una lingua bruciata è quello di applicarvi sopra qualcosa di freddo il più presto possibile. Ciò contribuirà a far scendere la temperatura della vostra lingua. Inoltre, si ridurrà l’infiammazione e si preverranno danni ai tessuti. Infine, ciò non mancherà di tenere la bocca idratata per assicurare che i batteri nocivi non causino un’infezione.

In pratica, potete succhiare un cubetto di ghiaccio o leccare un ghiacciolo, mangia il proprio gelato preferito o bere un succo freddo. Prendete piccoli sorsi di acqua fredda. Provate a tenere uno di questi elementi in bocca il più a lungo possibile prima di deglutire. Continuate a farlo fino a quando i sintomi regrediscono. Se non avete qualcosa di freddo, usate dell’acqua calda.

Uno studio del 2013, infatti, segnala che, essa migliora la perfusione microcircolatoria, che si traduce in un aumento della sopravvivenza del tessuto. È meglio però usare acqua salata tiepida, dato che il sale aiuta a prevenire infezioni. In pratica, mescolate ½ cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida. Fate girare la soluzione in bocca per 30 secondi prima di sputare fuori.

Il miele è un altro ottimo rimedio casalingo per curare una lingua bruciata. La sua natura antibatterica impedisce ai batteri di infettare la pelle danneggiata. Inoltre, essendo un agente anti-infiammatorio naturale, riduce il gonfiore e il dolore, per non parlare del suo effetto positivo sulla rigenerazione delle ferite. Stendete 1 cucchiaino di miele sopra la vostra lingua.

Lasciare il miele sulla lingua bruciata il più a lungo possibile prima di deglutire. Ripetete la procedura 2 o 3 volte al giorno. Il miele non deve essere somministrato a bambini al di sotto di 1 anno di età, in quanto può ospitare le spore tossiche che causano il botulismo infantile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *