Come curare la psoriasi in testa

La psoriasi è un disturbo della pelle non trasmissibile (e dunque non infettivo o contagioso) che può verificarsi ovunque sulla pelle. Il cuoio capelluto è una delle zone più colpite.

Sintomi come l’arrossamento e il prurito possono pertanto svilupparsi sul cuoio capelluto. Possono essere miti e coprire una piccola area, oppure grave (ad es. grandi placche) e coprire tutto il cuoio capelluto. Possono persino estendersi sulla fronte o sul dorso del collo. La psoriasi del cuoio capelluto può causare bruciore e prurito scomodi, oltre che una notevole forfora.

La psoriasi si verifica quando il sistema immunitario invia segnali difettosi alle cellule della pelle e indica loro di maturare troppo rapidamente. Le nuove cellule si formano entro giorni invece di settimane. Il tuo corpo non può eliminare le cellule della pelle in eccesso, facendo sì che si accumulano sulla superficie della pelle, il che porta alla formazione di chiazze di psoriasi.

I fattori che possono causare il manifestarsi della psoriasi includono: stress, ferite alla pelle, alcuni farmaci, infezioni, aria fredda o secca. Oltre al trattamento con farmaci da banco e da prescrizione, è possibile modificare lo stile di vita per curare e alleviare i sintomi.

La psoriasi sul cuoio capelluto, tuttavia, può richiedere un trattamento diverso da quello della psoriasi che si verifica altrove, perché la pelle sul cuoio capelluto è più spessa ed i tuoi capelli possono crescere. Molti trattamenti sistemici e topici possono contribuire a trattare i sintomi. Ad esempio, speciali shampoo e prodotti possono aiutare nella cura preventiva quotidiana.

In realtà, alcune persone possono ottenere sollievo dalla psoriasi usando opzioni da banco o rimedi domestici. Altre potrebbero aver bisogno dell’aiuto di un dermatologo, specie quando i trattamenti da banco non sono efficaci o quando la psoriasi appare in altri luoghi del corpo. Per la psoriasi moderata o grave, spesso è necessario un trattamento con prescrizione medica.

Alcuni farmaci per uso topico non steroidei rallentano la crescita eccessiva delle cellule della pelle associate alla psoriasi. Possono anche contribuire a ridurre l’infiammazione. Sono più efficaci se le placche della psoriasi vengono rimosse per aiutarli a penetrare la pelle. Anche se il trucco chimico di ciascuno di questi trattamenti è diverso, i loro effetti collaterali sono tutti relativamente uguali e includono: peggioramento della psoriasi, arrossamento della pelle, dermatite.

Le creme e gli unguenti attuali possono aiutare con forme lievi di psoriasi, ma i casi gravi richiedono in genere una combinazione di creme e di farmaci orali. Ciò può aiutare a trattare la psoriasi ovunque sul corpo. Se si dispone ha una grave psoriasi del cuoio capelluto o si è resistenti ad altri tipi di trattamento, il medico può prescrivere farmaci orali o da iniettare. Alcuni di questi farmaci possono avere gravi effetti collaterali, perciò dovresti utilizzarli solo per brevi periodi.

Oltre ai trattamenti medici, adottando determinati comportamenti nella propria routine quotidiana, è possibile mantenere al minimo il rischio di exploit e di sintomi. Alcune persone, ad esempio, hanno scoperto che mantenere il cuoio capelluto umido e idratato contribuisce a combattere la psoriasi. Lo shampoo è anche in grado di penetrare meglio nel cuoio capelluto se i capelli sono tenuti puliti, corti e ben curati. Più capelli si hanno, più difficile può essere curare la psoriasi del cuoio capelluto.

Alcune persone utilizzano terapie alternative naturali per alleviare i loro sintomi. Ad esempio, la terapia della luce (fototerapia) viene talvolta usata per trattare la psoriasi. Questo metodo espone la pelle a quantità controllate di luce ultravioletta naturale o artificiale. Parla sempre con il medico o con un dermatologo prima di provare qualsiasi trattamento naturale.

L’applicazione di aloe vera – prelevata direttamente dalle foglie di una pianta di aloe o da una crema – e dell’olio di cocco sul cuoio capelluto possono contribuire a ridurre l’arrossamento, il prurito e l’infiammazione. Anche aumentare l’assunzione di oli di pesce può aiutare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *