Come alzare globuli bianchi in modo naturale

I neutrofili sono una particolare categoria di globuli bianchi, e ne rappresentano la parte più numerosa. Sono le cellule che combattono le infezioni batteriche. Neutropenia, che significa semplicemente bassi livelli di neutrofili, si verifica quando la conta assoluta dei neutrofili scende al di sotto di 1.500. Quando questo accade, una persona è più suscettibile alle infezioni.

La neutropenia è dunque un tipo di leucopenia caratterizzata da una carenza di granulociti neutrofili, un tipo specifico di globuli bianchi che sono i più abbondanti nel corpo. La normale gamma di globuli bianchi (detti leucociti) nel sangue è compresa tra 4.500 e 10.000 per microlitro. Quando il conteggio scende al di sotto di 4.500, si tratta di un motivo di preoccupazione.

Alcune cause comuni di leucopenia includono infezioni virali acute, come un raffreddore e influenza, carenza di rame e zinco, il tifo, la dengue, la malaria, la tubercolosi e la malattia di Lyme. Altre includono l’anemia aplastica; tumori come il cancro alle ossa, che danneggia il midollo osseo, e il linfoma, che è un cancro che inizia nei globuli bianchi; e malattie autoimmuni come il lupus.

Un basso numero di globuli bianchi, o leucopenia, può verificarsi in determinati momenti della vita, ad es. durante la chemioterapia la chemioterapia e durante la radioterapia, che interrompono l’attività del midollo osseo. Infatti, i globuli bianchi e tutte le altre cellule del sangue vengono creati proprio nel midollo osseo, e le radiazioni alle ossa – tanto più in un bambino – possono causare la soppressione cronica della produzione delle cellule del sangue e una bassa conta.

La maggior parte dei pazienti affetti da cancro, tuttavia, riprenderanno il loro livello di globuli bianchi molto più rapidamente, anche se il tempo necessario per tornare alla normalità varia da persona a persona. Il più delle volte, l’esame del sangue tornerà alla normalità prima che una persona inizi il ciclo di chemioterapia successivo, e dopo che questa terapia è stata completata.

Sebbene nessun alimento specifico o cambiamenti di dieta abbiano dimostrato di aumentare la produzione di globuli bianchi, se si ha un basso numero di globuli bianchi è molto importante praticare una buona igiene, il lavaggio delle mani, e applicare le pratiche di sicurezza alimentare. Non è necessario evitare frutta e verdura fresca, perché ciò non ha dimostrato di ridurre il numero di infezioni importanti. Tuttavia, si deve lavare bene questi alimenti prima di mangiarli.

Se il vostro numero di globuli bianchi è basso, potete ridurre al minimo il rischio di infezioni usando un sapone antibatterico e acqua calda, e lavando le mani per 15-30 secondi più volte al giorno, e ogni volta prima di preparare il cibo. Se si ha neutropenia, si dovrebbero evitare carne cruda, uova e pesce, cibo ammuffito o scaduto, frutta non lavata o ammuffita e verdura, bevande non pastorizzate – tra cui succhi di frutta e di verdura, birra, latte – così come il miele.

Le proteine ​​di buona qualità sono importanti nella dieta in caso di leucopenia, perché i nostri corpi hanno bisogno di ricevere mattoni (tali sono gli aminoacidi) dalle proteine che mangiamo per produrre nuovi globuli bianchi. Il dietista può rivedere la vostra assunzione di cibo giornaliera e garantire che si stia assumendo un’adeguata quantità di proteine ​​nella propria dieta.

Se la vostra dieta è povera, o si stanno avendo un sacco di difficoltà a mangiare durante la terapia, si può beneficiare dal prendere un integratore multivitaminico e di minerali con vitamina B12 e folati. Il corpo ha bisogno di queste due vitamine per fare i globuli bianchi. Tuttavia, parlate sempre con il vostro medico o dietista prima di prendere qualsiasi integratori alimentari, perché ad es. alcuni di questi prodotti non devono essere assunti con alcuni trattamenti di chemioterapia.

L’uncaria tomentosa, o artiglio del gatto. è un vitigno sudamericano trovato nelle foreste pluviali dell’Amazzonia che possiede incredibili proprietà immunostimolanti. Uno studio del 2001 osserva che, quando a 12 soggetti adulti sani sono state somministrate dosi giornaliere di estratto di artiglio del gatto per 12 settimane, si è osservato un aumento della produzione di leucociti. Tuttavia, i malati di cancro dovrebbero consultare il medico prima di consumare questa erba.

L’astragalo è invece un’erba cinese che possiede formidabili proprietà di promozione dei globuli bianchi. Uno studio del 2006 osserva che, quando i pazienti consumano astragalo separatamente o in combinazione con altre erbe per sette giorni, l’attività delle cellule immunitarie viene rafforzata. L’astragalo è disponibile in compresse o capsule, ma consultate il vostro medico prima di prendere questa erba per i possibili effetti collaterali e le potenziali interazioni farmacologiche.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *