Come curare dito a scatto

Il dito a scatto è una condizione dolorosa che fa sì  che le dita o il pollice rimangano bloccati quando vengono piegati. Ciò accade quando i tendini del dito diventano infiammati.

I tendini sono fasce dure di tessuto che collegano i muscoli e le ossa. Insieme, i tendini ed i muscoli nelle mani e nelle braccia si piegano e raddrizzano le dita. Un tendine di solito scivola facilmente attraverso il tessuto che lo ricopre (chiamato guaina) grazie a una membrana che circonda il giunto lubrificante chiamato sinovia. A volte un tendine può diventare infiammato e gonfio.

L’irritazione prolungata della guaina del tendine può produrre cicatrici e un ispessimento che impediscono il movimento del tendine. Quando questo accade, la flessione del dito o del pollice può tirare il tendine infiammato attraverso una guaina tendinea ristretta, rendendo il dito “a scatto”. Il dito a scatto tende ad accadere più spesso nelle persone che hanno da 40 a 60 anni.

Il dito a scatto può essere causato da un movimento o un uso ripetuto del dito o dal forza il dito. Anche l’artrite reumatoide, la gotta, e il diabete possono causare il dito a scatto. Gli agricoltori, i lavoratori dell’industria ed i musicisti hanno spesso il dito a scatto in quanto ripetono i movimenti delle dita e del pollice un sacco di volte. Anche i fumatori possono avere il pollice a scatto a seguito dell’uso ripetuto di un accendino. Il dito a scatto è più comune nelle donne che negli uomini.

Alcuni dei primi sintomi del dito a scatto includono un dolore persistente e un nodo alla base del dito vicino al palmo della mano, un clic o un rumore come di rompersi con il movimento, e una rigidità del dito colpito. Questa condizione colpisce più comunemente il pollice o il dito al centro o anulare. Tuttavia, è possibile ridurre i disagi e trattare il problema con metodi naturali.

Uno dei modi migliori per affrontare il problema del dito a scatto è il riposo del dito colpito per almeno tre o quattro settimane. Appoggiate il dito per il trattamento del dito a scatto Una corretta posizione di riposo è una componente chiave per la guarigione del tendine. Ma anche per ridurre il dolore e l’infiammazione, così come per accelerare il tempo di guarigione. D’altra parte, se si mette pressione sul dito colpito, si possono aggravare l’infiammazione e il dolore.

È inoltre necessario tenere il dito colpito steccato il più possibile fin quando il dolore e l’infiammazione scompaiono. Un tutore manterrà il dito colpito in una posizione estesa ed eviterà il movimento mentre si guarisce. Ciò aiuta anche il riposo del tendine e vi impedisce di arricciare il dito colpito durante il sonno. L’immobilizzazione è molto efficace nel ridurre la gravità e la durata dei sintomi dito a scatto. Indossate la stecca in modo non stretto per circa sei o sette settimane.

Si può inoltre notare miglioramento nel vostro stato applicando un impacco freddo più volte al giorno. Una compressa fredda offre un effetto paralizzante sulle terminazioni nervose, che a sua volta aiutano a ridurre il dolore e il gonfiore. Mettete alcuni cubetti di ghiaccio in un asciugamano sottile e legatelo in modo sicuro per non applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle.

Dopodiché, applicate questo impacco di ghiaccio al dito colpito per 10 minuti. Prendete una pausa di 5 minuti e ripetete altre 2 o 3 volte. Utilizzate questo semplice rimedio un paio di volte al giorno, a seconda delle necessità. Se non si dispone di ghiaccio in casa, è possibile utilizzare in alternativa un sacchetto di verdure surgelate o perfino un cucchiaio freddo.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *