Come curare l’infertilità femminile

L’infertilità si ha quando una coppia non può rimanere incinta, nonostante pratichi sesso non protetto. Circa una coppia su sette può avere difficoltà a concepire. Tuttavia, circa l’85% delle coppie concepirà naturalmente entro un anno se ha rapporti sessuale non protetti ogni 2-3 giorni.

Per le coppie che hanno cercato di concepire per più di tre anni senza successo, la probabilità di rimanere incinta naturalmente entro l’anno successivo è del 25% o inferiore. Alcune donne rimangono incinte rapidamente, ma per altri può essere necessario più tempo. È una buona idea parlare con il proprio medico di famiglia se non si è concepito dopo un anno di tentativi. Il proprio medico può controllare le cause comuni di fertilità e suggerire i trattamenti che potrebbero aiutare.

L’infertilità viene solitamente diagnosticata quando una coppia non è riuscita a concepire dopo un anno di tentativi. Esistono due tipi di infertilità: l’infertilità primaria, che si ha quando qualcuno che non ha mai concepito un bambino in passato ha difficoltà a concepire; l’infertilità secondaria, quando chi ha avuto una o più gravidanze in passato ha difficoltà a concepire di nuovo.

Vi sono molte cause possibili di infertilità ed esse possono interessare l’uomo o la donna. Tuttavia, in un quarto dei casi non è possibile identificare la causa. Nelle donne, le cause comuni di infertilità includono: mancanza di ovulazione regolare (cioè il rilascio mensile di un uovo); tubi falloppiani bloccati o danneggiati; endometriosi (quando la fodera del grembo materno si trova al di fuori del ventre). Negli uomini, la causa più comune di infertilità è il seme di scarsa qualità.

Esistono vari altri fattori che possono influenzare la fertilità sia negli uomini che nelle donne:

  • Età:  la fertilità femminile e, in misura minore, quella maschile diminuiscono con l’età. Nelle donne, la più grande diminuzione della fertilità inizia verso la metà dei trent’anni.
  • Peso: essere in sovrappeso o obeso riduce la fertilità. Nelle donne, essere in sovrappeso o gravemente sottopeso può influenzare l’ovulazione.
  • Infezioni sessualmente trasmesse: diverse delle malattie trasmesse per via sessuale, inclusa la clamidia, possono influenzare la fertilità.
  • Il fumo: esso (compreso quello passivo) influenza la possibilità di concepire una donna, mentre negli uomini c’è un’associazione tra fumo e qualità dello sperma ridotta.
  • Alcool: per le donne che intendono rimanere incinte, l’approccio più sicuro non è quello di bere alcool affatto per mantenere i rischi per il bambino al minimo; Per gli uomini, bere troppo alcool (in pratica più di 14 bicchieri di vino a settimana) può influenzare la qualità degli spermatozoi.
  • Fattori ambientali: l’esposizione a certi pesticidi, solventi e metalli ha dimostrato di influenzare la fertilità, in particolare negli uomini
  • Lo stress: può influenzare il tuo rapporto con il tuo partner e causare una perdita di rapporti sessuali; In casi gravi, lo stress può anche influenzare l’ovulazione e la produzione di spermatozoi.

I trattamenti dell’infertilità femminile includono: il trattamento medico (per mancanza di ovulazione regolare); procedure chirurgiche (come il trattamento per l’endometriosi, la riparazione delle tube di falloppio o la rimozione delle aderenze all’interno del ventre o della cavità addominale); il concepimento assistito (inseminazione intrauterina o fecondazione in vitro).

L’inseminazione intrauterina –  nota anche come inseminazione artificiale – prevede l’inserimento dello sperma nell’utero attraverso un sottile tubicino di plastica fatto passare attraverso la cervice. Lo sperma viene prima raccolto e poi lavato in un fluido. Vengono selezionati gli esemplari di spermatozoi di migliore qualità: ad esempio quelli con il movimento più veloce.

Nella fecondazione in vitro, invece, l’uovo viene fecondato al di fuori del corpo. La donna prende farmaci per la fertilità per incoraggiare le sue ovaie a produrre più uova rispetto al normale. Le uova vengono rimosse dalle sue ovaie e fecondate con spermatozoi in un laboratorio. L’uovo fecondato, o embrione, viene poi restituito all’utero della donna per crescere e svilupparsi.

Alcuni trattamenti per l’infertilità, come la fecondazione in vitro, possono tuttavia causare complicazioni. Per esempio, una gravidanza multipla: nel caso in cui vengano inseriti più embrioni nell’utero, c’è una maggiore probabilità di avere dei gemelli. Ciò può non sembrare una cosa negativa, ma in realtà aumenta significativamente il rischio di complicazioni per te e per i tuoi bambini.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *