Come eliminare il prurito sulla pelle

Il prurito è una sensazione irritante sulla pelle, che può causare dei graffi attraverso il grattarsi. Un grattarsi eccessivo danneggia profondamente la pelle della persona, tuttavia fornisce una soddisfazione transitoria.

Generalmente, gli adulti hanno circa due metri di pelle che li ricopre, ed aperta a tutti gli irritanti. E quando qualcosa pregiudica la pelle umana, il prurito risulta essere un meccanismo difensivo contro tale minaccia. Il prurito avvisa una persona che qualche irritante dannoso esterno sta attaccando il suo corpo. Sebbene il graffio dia un sollievo momentaneo, può portare a lesioni e infezioni.

Ci sono varie possibili cause del prurito. Alcune sono: la pelle secca, l’uso a lungo termine del condizionatore d’aria, il basso livello di umidità, i disturbi della pelle (come psoriasi, scabbia, pidocchi e orticaria), malattie interne (come la tiroide, il cancro, l’insufficienza renale e l’anemia), reazioni allergiche da cosmetici o veleni, reazione a farmaci, irritazione da saponi, lana, sostanze chimiche, disturbi dei nervi (sclerosi multipla, nervi pizzicati, diabete mellito, herpes zoster, etc.).

Il prurito irrita una parte specifica del corpo, oppure colpisce l’intero corpo di una persona. I sintomi sulla pelle sono arrossamenti, acne o piaghe, pelle secca e screpolata, superficie cutanea o fioca della pelle, eccitazione cutanea, eruzioni cutanee. Per sbarazzarti del prurito, puoi provare alcuni dei seguenti rimedi.

Il bicarbonato di sodio è il rimedio domestico più comune per il prurito della pelle e le eruzioni cutanee. Esso ha un effetto lenitivo grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie. Inoltre, agisce come un neutralizzante acido naturale che aiuta ad alleviare il prurito. Aggiungete una tazza di bicarbonato a una vasca da bagno piena di acqua fredda. Mescolate bene e immergetevi in quest’acqua per circa mezz’ora una volta al giorno. Non strofinate la pelle con un asciugamano.

Anche la farina d’avena colloidale (ovvero l’avena macinata in una polvere estremamente sottile) aiuta a lenire e confortare la pelle pruriginosa. Contiene proprietà anti-irritanti, anti-infiammatorie e lenitive che forniscono immediato sollievo dal prurito. Aggiungete una o due tazze di farina d’avena colloidale a una vasca da bagno piena di acqua tiepida. Immergevi in quest’acqua per almeno 15-20 minuti. Non utilizzate acqua calda in quanto potrebbe irritare la pelle.

È possibile fare un bagno a base di avena fino a tre volte al giorno, a seconda della gravità della vostra condizione. Aggiungete un po’ d’acqua a una tazza di farina d’avena colloidale e lasciatela fino ad addensarsi ad una consistenza pasta. Applicate questa miscela sulla pelle che dà prurito, copritela con un panno e lasciatela per mezz’ora. Seguite questo rimedio una volta al giorno. Se la farina d’avena colloidale non è disponibile, è possibile utilizzare farina di avena non elaborata.

L’argilla bentonite è un utile antidoto naturale che aiuta ad alleviare il prurito e ad altre manifestazioni cutanee come acne, cicatrici, irritazioni, macchie, etc. Tuttavia, agisce prevalentemente contro punture e morsi di insetti. Prendete una ciotola non metallica e mescolate l’argilla e l’acqua per fare una pasta spessa. Frustate fino a ottenere una struttura cremosa. Applicate questa pasta sulle aree colpite. Tenetela finché l’argilla non si asciuga. Lavate via con dell’acqua fredda pulita.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *