Come prevenire il tumore alla mammella

Il cancro al seno è il tipo più comune di cancro nelle donne. A circa una donna su otto viene diagnosticato il tumore alla mammella durante la propria vita. C’è una buona probabilità di recupero se esso viene rilevato nelle prime fasi. Per questo motivo è fondamentale che le donne si controllino regolarmente il seno per notare eventuali modifiche e che queste ultime siano esaminate da un medico.

Il cancro al seno può avere un certo numero di sintomi, ma il primo che si nota è di solito un grumo o un’area di tessuto del seno inspessita, che possono essere rivelati con l’autopalpazione periodica. La maggior parte dei grumi del seno non sono cancerosi, ma è sempre meglio farli controllare dal medico. Si noti che il dolore al seno non è un sintomo del cancro al seno.

Dovresti farti vedere dal tuo medico curante anche se noti uno o più dei seguenti sintomi: un cambiamento nella dimensione o nella forma di uno o entrambi i seni; una qualche fuoriuscita da uno dei tuoi capezzoli, che possono essere striati di sangue; un grumo o un gonfiore in una delle vostre ascelle; un gonfiore sulla pelle dei tuoi seni; un rash sopra o intorno al tuo capezzolo; un cambiamento nell’aspetto del capezzolo, come ad esempio l’iniziare ad affondare nel seno.

Le cause esatte del tumore alla mammella non sono completamente comprese, per cui è difficile dire perché una donna lo svilupperà e un’altra no. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che sono noti aumentare il rischio di cancro al seno. Questi includono: l’età, poiché il rischio aumenta quando si invecchia; una storia familiare di cancro al seno; una diagnosi precedente di cancro al seno; un precedente grumo benigno del seno; essere alta, in sovrappeso o obesa; uso eccessivo di alcool.

Se siete preoccupate per il cancro al seno, potreste chiedervi se ci sono azioni che potete intraprendere per la sua prevenzione. Ebbene, quest’ultima inizia con abitudini sane come limitare l’alcol ed il rimanere fisicamente attivi. Infatti, alcuni fattori di rischio – come ad esempio la storia familiare – non possono essere modificati. Tuttavia, ci sono vari cambiamenti dello stile di vita che puoi fare per abbassare il rischio di sviluppare un tumore alla mammella.

Alcuni studi hanno mostrato che i cambiamenti nello stile di vita diminuiscono il rischio di cancro al seno anche nelle donne ad alto rischio. Ecco le azioni da adottare per abbassare il rischio:

1) Limitare l’alcool. Più alcool si beve, maggiore è il rischio di sviluppare il cancro al seno. La raccomandazione generale – basata sulla ricerca sull’effetto dell’alcol sul rischio di cancro al seno – è limitarsi a meno di 1 bevanda alcolica al giorno, poiché anche piccole quantità aumentano il rischio.

2) Non fumare. Un numero notevole di prove suggeriscono ormai un legame tra il fumo ed il rischio di cancro al seno, in particolare nelle donne in pre-menopausa. Inoltre, non fumare è una delle cose migliori che puoi fare per la tua salute generale.

3) Controlla il tuo peso. Essere in sovrappeso o obese aumenta il rischio di cancro al seno. Ciò è particolarmente vero se l’obesità si verifica più tardi nella vita, in particolare dopo la menopausa.

4) Essere fisicamente attive. L’attività fisica può aiutare a mantenere un peso sano, che a sua volta aiuta a prevenire il cancro al seno. Per la maggior parte degli adulti sani, gli raccomandano almeno 150 minuti alla settimana di moderata attività aerobica o 75 minuti di attività aerobica vigorosa alla settimana, più esercizi di rafforzamento almeno due volte alla settimana.

5) Allattare al seno. L’allattamento al seno potrebbe svolgere un ruolo nella prevenzione del cancro al seno. Quanto più si allatta, maggiore è l’effetto protettivo.

6) Limite di dose e durata della terapia ormonale. La terapia ormonale combinata per più di tre o cinque anni aumenta il rischio di cancro al seno. Se stai assumendo la terapia ormonale per i sintomi della menopausa, chieda al medico le altre opzioni possibili. Potresti essere in grado di gestire i tuoi sintomi con terapie non ormonali e con farmaci. O almeno usa la dose più bassa che funziona per te.

7) Evitare l’esposizione alle radiazioni e all’inquinamento ambientale. Metodi di imaging medico, come la tomografia computerizzata, utilizzano dosi elevate di radiazioni. Sebbene siano necessari ulteriori studi, alcune ricerche suggeriscono un legame tra il cancro al seno e l’esposizione alle radiazioni. Riducete l’esposizione a tali esami solo a quando è assolutamente necessaria.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *