Spermiocoltura: come si effettua

La spermiocoltura è un esame di laboratorio che viene fatto per determinare la presenza di batteri o di altri microrganismi patogeni nel liquido spermatico, così da determinare quali antibiotici sono efficaci ad esso.

La spermiocoltura è indicata: se c’è dolore e sensazione di bruciore negli organi riproduttivi; se il vostro seme presenta del sangue o ha un aspetto anormale del normale; se cerchi di avere un bambino, ma non riesci a fecondare; se hai un problema nel tuo testicolo, come il varicocele; se si trovano i globuli bianchi nello spermiogramma; se hai delle secrezioni dal pene.

I risultati di una spermiocoltura possono essere fortemente influenzati dalla procedura seguita prima dell’esame. Ecco la semplice preparazione del paziente prima dell’esame di spermiocoltura e come la raccolta del campione va effettuata in modo corretto:

  1. Astenetevi da rapporti sessuali ed eiaculazione (e non bevete alcolici) per almeno 3-5 giorni (in media 4) prima del prelievo del campione;
  2. Procuratevi un contenitore sterile con bocca ampia e tappo, come quello usato per l’analisi delle urine (non vanno bene, invece, le provette);
  3. Non toccate l’interno del contenitore o del tappo sterile;
  4. Utilizzate per la raccolta dello sperma una stanza confortevole e pulita;
  5. Urinate prima della raccolta del campione di sperma. Ciò è molto importante per la spermiocoltura, perché l’urina libera il tratto urinario dalla sua normale flora batterica;
  6. Lavatevi le mani e il pene e asciugateli bene con un tovagliolo di carta (poiché l’acqua e l’urina uccidono le cellule spermatiche) e iniziate la raccolta del campione attraverso la masturbazione;
  7. Non utilizzate alcun tipo di lubrificante, sapone, etc.
  8. Raccogliete tutti i campioni di liquido di sperma nella tazza sterile e consegnatela al laboratorio il più presto possibile (comunque entro 30-40 minuti dalla raccolta).
  9. Nel trasporto, tenete il campione alla normale temperatura corporea e proteggetelo dalla luce (solare inclusa). Non sbattete il contenitore e non mettetelo nel frigo o nel microonde.

Dopo che il campione per la spermiocoltura è arrivato al laboratorio, viene inoculato in breve tempo in appositi supporti di coltura, in modo che i batteri e gli altri microrganismi presenti all’interno dello sperma possano crescere in questi mezzi di coltura per la successiva diagnosi.

Se vi è una crescita di un determinato microorganismo nei mezzi di coltura, esso verrà identificato, denominato e verrà effettuata una prova di sensibilità antibiotica per trovare gli antibiotici appropriati per il trattamento. Alcuni laboratori utilizzano analizzatori automatici per questi esami.

L’esame di spermiocoltura di solito fornisce i risultati in 2-3 giorni. Se c’è una crescita di qualche microrganismo nella tua coltura di sperma, ciò verrà annotato nel rapporto dell’esame con il nome del microrganismo e l’indicazione degli antibiotici efficaci contro di esso. Se non vi è una crescita di microrganismi patogeni nella coltura, ciò significa che la tua cultura ne è priva.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *